Scansano
affittacamere - B&B
agriturismo
alberghi
appartamenti
ristoranti/pizzerie
pub/birrerie/enoteche
prodotti tipici
arrivare
indirizzi e links
meteo
storia
morellino
pubblicità
terme
città del tufo
argentario




STORIA
Palazzo Dagli scavi archeologici risulta che la zona fu un centro etrusco tra il VI e III secolo a.C.
Il paese vero e proprio si sviluppò intorno all'anno 1000 e nel 1273 iniziò l'egemonia dei Conti Aldobrandeschi di Santa Fiora, che dominarono per più di 200 anni per poi essere sconfitti da Siena.
La salubrità del luogo, lontano dalle paludi, attirò molte famiglie benestanti, così agli inizi del 1500 Scansano divenne uno de più importanti borghi della Maremma.

VicoloNel 1615 venne iacquistato da Cosimo II dè Medici ed entrò a far parte del Granducato di Toscana. Nel 1738 subentrarono gli Asburgo Lorena, che favorirono i commerci e limitarono i privilegi feudali.
Nel 1738 il territorio maremmano venne suddiviso in diciotto comuni e quello di Scansano fu costituito dall'unione dei centri di Scansano, Montorgiali, Montiana, Cotone e altri centri più piccoli come Montepò e Pomonte.

ChiesaNell'Ottocento nei mesi più caldi gli uffici più importanti del governo provinciale si trasferivano da Grosseto a Scansano per sfuggire alla pianura maremmana dove imperversava la malaria. Questa pratica prese il nome di "estatatura". A testimonianza di quel periodo rimangono gli edifici di via Vittorio Emanuele (il più interessante è Palazzo Pretorio), Palazzo del Podestà, la Tesoreria Comunitaria, la Casa dell'Abbondanza e la Casa dello Spedale.

Banner.
Banner.

Home - Affittacamere - Agriturismo - Alberghi - Appartamenti - Ristoranti - Pub - Prodotti tipici - Arrivare - Indirizzi e links - Meteo - Storia - Morellino - Pubblicità - Terme - Città del Tufo - Argentario
Per le tue vacanze in Maremma visita anche: Alberese - Capalbio - Follonica - Marina di Grosseto - Castiglione della Pescaia - Orbetello - Magliano in Toscana - Pitigliano, Sorano e Sovana - Roccatederighi - Manciano e Saturnia - Talamone

Powered by Rigel